Assistenza tributaria

Pronto Debito ti offre soluzioni per annullare o ridurre la richiesta di pagamento da parte del Fisco.

L'Agenzia delle Entrate ti ha notificato un atto con cui chiede il pagamento di imposte e sanzioni?

Gli atti che Agenzia delle Entrate può notificare (senza pretesa di completezza) possono essere:

1) un avviso bonario conseguente a un c.d. controllo cartolare della dichiarazione presentata (art. 36 bis e art. 36 ter D.P.R. n. 600/1973);

2) un avviso di accertamento c.d. d'ufficio, qualora il contribuente non abbia presentato la dichiarazione;

3) un avviso di accertamento c.d. in rettifica, qualora il contribuente abbia presentato la dichiarazione, ma questa non sia ritenuta veritiera;

4) un avviso di liquidazione, qualora l'accertamento riguardi l'imposta di registro o altri tributi indiretti (legati ad una compravendita immobiliare).


Hai ricevuto uno tra questi atti? Che cosa puoi fare?

A questo punto è essenziale muoversi in modo tempestivo per poter beneficiare di tutti gli strumenti difensivi messi a disposizione dalla Legge.

Dal giorno della notifica dell'atto da parte del Fisco, infatti, inizia a decorrere un termine entro il quale puoi decidere di attivare la tua difesa. Successivamente l'atto diventa definitivo e non più contestabile.

Come ti aiuteremo

I percorsi di difesa che possono essere azionati variano da strumenti di composizione "amichevole" della lite con il Fisco: accertamento con adesione, conciliazione giudiziale, etc., a strumenti più propriamente contenziosi: primo fra tutti il ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale competente.

La scelta della strategia difensiva deve essere fatta in base al tipo di pretesa mossa dal Fisco, agli errori che emergono dall'analisi dell'atto, agli "assi nella manica" che in fase difensiva ci sono quasi sempre, alla maggiore probabilità di successo di questa o quella strategia difensiva.

Potrai contare su:

1) assistenza in tutte le procedure amministrative antecedenti al giudizio tributario, quali l'accertamento con adesione o la definizione agevolata delle sanzioni;

2) difesa tecnica nel processo tributario dinanzi alle Commissioni Tributarie Provinciali o Regionali;

3) eventuale assistenza presso la Suprema Corte di Cassazione in materia tributaria;

4) consulenza in merito agli eventuali profili civilistici conseguenti a verifiche o accertamenti tributari.

INVIACI I TUOI DATI. BASTANO 2 MINUTI

Lo puoi fare via mail o telefonicamente, scattando una foto ai documenti che hai ricevuto.

Entro 48 ore ci attiveremo per contrastare la richiesta di pagamento.

oppure